Per studi e ricerche, arriva l’[email protected]

AMBIENTENEWS
493

Immaginate di trovarvi in una città nella quale esiste una metropolitana davvero particolare: non vi porta in qualche strada o boulevard, e nemmeno in piazze e stazioni ferroviarie.

Piuttosto vi trasporta in un luogo dove è possibile conoscere storie, scoprire dati, mappe e grafici in grado di soddisfare molte delle curiosità che riguardano l’ambiente italiano.
Funziona da pc, tablet e smartphone: grazie a questi dispositivi è possibile restare sempre connessi con i dati ambientali e territoriali del nostro Paese.

Proprio come se fosse un percorso metropolitano, l’[email protected] “trasporta” il visitatore in un luogo nel quale le informazioni raccolte dal Sistema informativo nazionale ambientale, il Sina, si intrecciano a storie e narrazioni. Per la prima volta dati e mappe riguardanti temi ambientali di grande attualità sono riuniti in un unico luogo di facile consultazione. Questo perché l’[email protected], grazie ad una serie di storymap, è a tutti gli effetti una finestra di approfondimento su temi e urgenze veicolati secondo una modalità agevole e immediata, così che il patrimonio informativo dell’Ispra e di Snpa sia davvero un patrimonio per tutti.

Per raggiungere questo scopo, l’[email protected] è consultabile attraverso tre punti di accesso: il “Viaggio”, i “Dati” e le “Storie”. Sono tre modalità differenti che rappresentano e raccontano, ognuna a modo loro, le più importanti informazioni ambientali.

Il Viaggio si snoda attraverso un’infografica molto simile a una “tabula”, la carta disegnata secoli fa per illustrare le vie stradali costruite dall’Impero Romano.
Non è strutturata secondo una logica cartografica, bensì come una mappa itinerante in grado di offrire al “viandante”, in questo caso il visitatore del sito, la possibilità di muoversi, proprio come fosse una linea “metropolitana”, da un punto all’altro, cioè da una storymap all’altra, alla scoperta dei principali temi ambientali.
Attraverso una logica di utilità e di “trasporto” intuitivo, si segue un percorso nel quale si intersecano una serie di snodi che, una volta selezionati, portano alle storymap, una combinazione di notizie, dati, mappe e video contenenti informazioni ambientali veicolate in modo semplice e diretto.

E se il Viaggio guida il visitatore attraverso un percorso di conoscenza organizzato, la sezione Dati conduce alla consultazione della parte cartografica vera e propria.
Questa sezione è costituita da mappe tematiche e interattive dove si può scegliere di visualizzare un tema piuttosto che un altro, l’intera penisola italiana o solo una regione, una provincia, un comune. Indicatori, dati, grafici e diagrammi sono rappresentati sulle mappe attraverso etichette e colori personalizzati.
Non solo: una novità assoluta è la possibilità di realizzare mappe nazionali e locali personalizzate e uniche nel loro genere con dati, trend e percentuali provenienti dai diversi temi.

Il cuore pulsante dell’[email protected] è sicuramente la sezione Storie: qui sono presenti tutte le storymap che racchiudono le tante informazioni scientifiche in un modo nuovo ed in armonia con il restante impianto grafico. Le storymap offrono una nuova lettura della cartografia scientifica, in quanto al centro del progetto divulgativo non è solo l’oggettività del dato ma anche lo storytelling, quel tipo di narrazione in grado di rendere comprensibile e facilmente memorizzabile l’esperienza umana e in questo caso scientifica.

La scienza e i dati, grazie a questo tipo di “racconto”, sono veicolati in modo da illustrare variabili e sensazioni, chiarire dubbi nonché tutte quelle parole troppo spesso di non facile comprensione, soprattutto per i non addetti ai lavori. Si può scegliere così di approfondire una storymap piuttosto che un’altra seguendo una logica ed una attrattiva del tutto personale.
L’[email protected] raccoglie quindi tante storie, diverse e a volte lontanissime fra loro, unite però da un grande “filo rosso”: l’ambiente e l’immensa banca dati Ispra e Snpa.

ADRIANA ANGELINI, Ispra

Da AMBIENTINFORMA, Notizia ISPRA

Gallipoli, 4 aprile 2022

Tags: ,
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
Visite in Capitaneria di porto a Gallipoli e a Lecce del Direttore marittimo di Puglia e Basilicata Ionica
Ennesima tartaruga spiaggiata in Puglia
DA LEGGERE
Menu