Pesca sportiva illecita di ricci: a Manfredonia la Guardia Costiera sanziona e sequestra

NAUTICA & MARE
64

Nella serata di ieri i militari della Guardia Costiera di Manfredonia, hanno portato a termine un operazione di polizia finalizzata al contrasto della pesca abusiva.

In particolare, una segnalazione telefonica pervenuta alla sala operativa nella prima serata di ieri avvertiva circa la presenza di due soggetti “sospetti” all’interno del porto di Manfredonia verosimilmente intenti alla pesca sportiva illecita. Dalla sala operativa veniva disposto l’invio in zona di una pattuglia terrestre per accertare la veridicità della segnalazione.

Dalle verifiche poste in essere, i militari intervenuti accertavano la presenza di un pescatore subacqueo che aveva da poco terminato la sua battuta di pesca subacquea, rinvenendo nell’auto condotta dallo stesso n. 300 ricci di mare (la normativa prevede la cattura massima di 50 esemplari).

Al pescatore abusivo, proveniente da Barletta, veniva elevata una sanzione amministrativa di 2.000 euro unitamente al sequestro di tutti gli esemplari di riccio di mare (Paracentrotus lividus) che venivano, successivamente rigettati in mare in quanto ancora in stato vitale).

Veniva altresì elevata una sanzione amministrativa di importo pari a 102,00 per sosta ed ingresso nel porto di Manfredonia in quanto privo di permesso di accesso.

I controlli, fanno sapere dalla Guardia Costiera di Manfredonia, proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Manfredonia 24 ottobre 2021

CAPITANERIA DI PORTO-GUARDIA COSTIERA – MANFREDONIA

 

 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
Il GAL/FLAG Terra d’Arneo sul consumo sostenibile del pesce
Malore per una crocerista in Adriatico: interviene la Guardia Costiera
DA LEGGERE
Menu