Porto Cesareo: appello alla mobilitazione per il depuratore

AMBIENTE
208

Rete fognaria Porto Cesareo, interviene l’ex sindaco e attuale assessore comunale ai Lavori Pubblici, Salvatore Albano che parla di una vicenda “cui ho lavorato per tanti anni raggiungendo i risultati che sono sotto gli occhi di tutti”.

Alla luce delle recenti vicissitudini sull’argomento, caldo e dibattuto su più fronti “non mi sono per nulla disinteressato,seguendo le vicende di questi ultimi mesi con attenzione e, con la consapevolezza che superate da tempo le questioni tecniche, solo la volontà politica regionale avrebbe potuto risolvere il problema semplicemente autorizzando in via provvisoria l’attivazione del nostro depuratore e facendosi garante della salvaguardia dello stesso, della costa e del mare di due bellissimi comuni quali Porto Cesareo e Nardò”.

Messa con le spalle al muro però “ieri in Commissione Ambiente, la Regione ha ostacolato, ancora una volta, con un nuovo assurdo progetto (quello della realizzazione di trincee drenanti), l’attivazione in via provvisoria del nostro depuratore. Non ho più voglia di condurre una battaglia di civiltà se il diritto di un territorio viene calpestato da chi dovrebbe salvaguardarlo”.

No alle battaglie sterili e via “ad una forte mobilitazione cittadina che non abbia colore politico e manifesti civilmente il proprio dissenso e la propria rabbia. Ho voglia di capire di chi sarà la responsabilità di un eventuale danno ambientale e di inquinamento marino. Qualcuno ha mai pensato che questo possa avvenire in qualsiasi momento? Gridiamo “al lupo, al lupo” per le alghe che colorano il nostro mare di marrone durante l’estate, ci infastidiamo degli autospurgo attivi ad ogni ora, ci meravigliamo dei rigagnoli di acqua maleodorante che si intravedono ai bordi di alcune vie del centro e poi a settembre ci salutiamo, dandoci appuntamento per il prossimo anno, come se nulla fosse successo.

Ho voglia di sapere se quei politici regionali che passano le vacanze a Porto Cesareo e  cercano consensi sul nostro territorio sono a conoscenza di ciò che accade e se se ne sono mai interessati”.

Il 9 giugno prossimo la sindaca Silvia Tarantino è stata convocata in Regione insieme a Nardò per discutere un nuovo progetto.

“Personalmente non accetterò più nessun compromesso che non permetta l’immediata attivazione del depuratore e quantomeno un nuovo Protocollo d’Intesa”, conclude Albano.

Porto Cesareo, 28 maggio 2021

FABIANA PACELLA

Addetta stampa Comune di Porto Cesareo

Foto di Gianluca Romano

Tags: , ,
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
Rinnovati gli incarichi della Lega Navale Italiana di Gallipoli
Domenica 30 maggio: Tutte le iniziative per la Ciclovia Aqp
DA LEGGERE
Menu