Il Premio “Castrum Ninervae 2021” a Piero Carlino

NEWS
115

Nella serata di ieri, in occasione della 15° edizione del Premio “Castrum Minervae 2021”, il Direttore del Centro recupero tartarughe marine del Museo di Storia naturale del Salento, Piero Carlino, è stato premiato dall’assessore all’ambiente della Regione Puglia, avvocato Anna Grazia Maraschio (nella foto, un momento della cerimonia), per essersi distinto per l’impegno sociale ed ambientale sul territorio Salentino.

Il Centro Recupero Tartarughe Marine rappresenta ad oggi una realtà di riferimento per lo studio, la conservazione, ed il monitoraggio delle tartarughe marine dei mari Salentini e, grazie allo sviluppo di progetti di cooperazione internazionale, sta esportando le sue competenze in alcuni Paesi del mar Mediterraneo.

Tale elevato grado di efficienza del Centro ha già ricevuto ampi riconoscimenti e risultati in campo locale e nazionale. Il costante monitoraggio, unito al proficuo rapporto instaurato con numerosi pescatori, cittadini ed Enti, ha dato risultati soddisfacenti permettendo il recupero di esemplari altrimenti destinati a morte certa. Questo è stato possibile grazie ad una capillare rete di osservatori coordinata dal Centro che vede impegnate numerose figure nell’opera di recupero degli esemplari in difficoltà, molte delle quali, comuni cittadini che hanno a cuore questo importante progetto di conservazione.

L’opera di recupero svolta dal Centro tartarughe marine del Museo di Storia naturale del Salento, durante i suoi anni di attività, ha permesso di riportare alla vita naturale oltre un migliaio di tartarughe marine rinvenute ferite, molte delle quali in gravi condizioni. Allo stesso tempo, grazie ad una gestione programmata e costante dei siti di nidificazione della specie, è stato possibile assistere il delicato momento della nascita di un numero considerevole di piccoli di Caretta caretta, che hanno potuto così raggiungere il mare e iniziare la loro vita.

Disporre di personale qualificato comporta sforzi notevoli e, soprattutto costi notevoli, che ad oggi il CRTM del Museo di Storia naturale del Salento sopperisce in parte grazie all’impegno dei tecnici del centro che “volontariamente” mettono a disposizione il loro tempo e le loro competenze.

Voglio ringraziare il Comune di Castro – ha dichiarato Carlino – per questo riconoscimento. Da salentino sono onorato del premio che avete voluto concedermi e, la cosa che mi dà maggior gioia e soddisfazione, è il fatto che venga apprezzato ciò che facciamo con estrema passione da ormai tanti anni. Il legame e la profonda stima che ho per Castro mi ha portato spesso ad incrociare la mia strada con le tante attività di carattere ambientale e di sostenibilità promosse dal Comune, in particolar modo nutro una profonda stima e amicizia per l’amico Cirino Carrozzo, che ha preso a cuore la nostra missione, e spesso si impegna in prima persona nelle nostre azioni di tutela. Ringrazio inoltre l’assessore Anna Grazia Maraschio per la sensibilità dimostrata e per il prezioso lavoro svolto, risultato di un impegno costante nelle azioni volte alla protezione degli ambienti naturali della nostra regione”.

Gallipoli, 9 agosto 2021

LA REDAZIONE

Tags: , ,
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
‘Mpeu Alessandrelli, il pescatore dello squalo bianco
Senza plastica: Lni Gallipoli aderisce al progetto “Seabin”
DA LEGGERE
Menu